DSA: Dinamico, Sorprendente, Adorabile

DSA: Dinamico, Sorprendente, Adorabile

Il giorno 17 Ottobre 2018, in occasione del mese europeo per la Dislessia, in collaborazione con l’Associazione “Nemo DSA”, le classi 1^Dinf, 2^Aa, 3^At, 3^Ainf e 5^Da del Masullo Theti, accompagnate dai loro docenti, si sono recate in Piazza Duomo a Nola per partecipare al Flash Mob a cura della coreografa Annamaria Graziano dal titolo: “Dateci una chiave e vi apriremo un mondo: DSA- Disturbi Specifici dell'Apprendimento”.
A partecipare all'evento vi erano anche la Scuola media “Giordano-Bruno Fiore” e la Scuola elementare “All'avventura con Tizi”.

A promuovere l'iniziativa, l'Associazione di volontariato “Nemo DSA” che si adopera per l'assistenza ed il supporto di tutti i soggetti coinvolti nei disturbi specifici dell'apprendimento ed anche di famiglie, docenti, educatori e professionisti.

Il significativo intervento del Dirigente scolastico del Masullo-Theti, prof.ssa Anna Maria Silvestro, ha dato inizio alla manifestazione che si è svolta in concomitanza con quella organizzata dal Complesso universitario Monte S. Angelo di Napoli.

“La scuola ha il dovere e il desiderio di dare attenzione alle persone che sono speciali, ha esordito la preside; l'insegnamento è una professione delicata e complessa in ragione del fatto che le diversità individuali linguistiche e culturali della nostra società richiedono alla scuola una speciale capacità educativa.”

In seguito gli alunni hanno ballato e cantato sulle note della canzone del cantautore italiano Caparezza intitolata “Una chiave” che ha ispirato il nome dell'evento.
I ragazzi dei vari Istituti hanno indossato la stessa maglia con scritto sul retro: “Dinamico, Sorprendente, Adorabile”, alternativa alle parole dell'acronimo DSA.

“Inclusione significa rendere la scuola una comunità orgogliosa di avere a cuore i risultati educativi di tutti gli alunni, ha affermato la Dirigente Anna Maria Silvestro. Noi scuole di Nola: Masullo-Theti, Giordano-Bruno e All'avventura con Tizi, ci attiveremo sempre per realizzare a pieno la pratica inclusiva.”

Giusy Esposito 5^ D afm

Foto

Video