CARLO THETI: ILLUSTRE INGEGNERE NOLANO

 CARLO THETI: ILLUSTRE INGEGNERE NOLANO

Giuseppe Mollo, studioso e architetto nolano, per il suo dottorato ha svolto una lunga e minuziosa ricerca su Carlo Theti, illustre ingegnere nolano dell’età rinascimentale, purtroppo poco conosciuto.

Ha pertanto ritenuto opportuno realizzare un progetto per condividere con la comunità locale delle scoperte relative ad un uomo di tal pregio, coinvolgendo l’Archeo Club, il Museo Diocesano e il nostro Istituto Masullo-Theti (unico sul territorio a portare tale nome ).

In vista dell’evento gli alunni della IV A rim hanno svolto delle ricerche presso la Biblioteca comunale di Nola, grazie alle quali sono venuti a conoscenza delle caratteristiche del compasso creato dell’ingegnere Theti che è stato di spunto per la realizzazione del, ben più noto, compasso di Galileo Galilei.

Il 13 ottobre c.a. presso la Sala Convegni del Masullo-Theti si è svolto un incontro con l’architetto G. Mollo che, con le sue conoscenze, è stato ancora molto esauriente nell’approfondire la biografia di C. Theti. Difatti l’illustre ingegnere, oltre ad aver realizzato nuovi strumenti di misurazione utili all’arte della guerra, ha svolto anche degli studi sulle fortificazioni della città nel periodo rinascimentale. Così gli alunni, seguiti dalle docenti Anna Maria Coppola, Anna Rega ed Elena Silvestrini, hanno pensato di drammatizzare un dialogo immaginario tra Carlo Theti e Galileo Galilei.

Il 26 ottobre c.a. presso la Sala dei Medaglioni del Museo Diocesano di Nola si è svolta la manifestazione culturale su Carlo Theti, alla presenza di una folta rappresentanza dell’Istituto, con le classi IV A rim, III A cat, i soci fondatori dell’Archeo Club di Nola, numerosi docenti e dirigenti di altri Istituti del nolano.

La dott.ssa Flora Nappi, Presidente dell’Archeo Club, ha presentato Giuseppe Mollo e manifestato l’interesse dell’Associazione nei confronti di un illustre nolano quale Carlo Theti. Subito dopo ha preso la parola la Dirigente scolastica del Masullo-Theti, prof.ssa Anna Maria Silvestro, che ha ringraziato l’Archeo Club, la direttrice del Museo Diocesano, dott.ssa Tonia Solpietro, per l’ospitalità e tutti i presenti, dicendosi entusiasta di questa esperienza utile per una attenta riflessione sulle radici culturali del nostro Istituto e introducendo la performance degli alunni.

La drammatizzazione è stata presentata da Adele Orsi e Francesca De Sena di IV A rim, mentre Emanuele De Maria di III A cat e Gerardo Napolitano di V B inf hanno impersonato rispettivamente Carlo Theti e Galileo Galilei. Ha chiuso la performance Luca Di Nuzzo di V B inf. con una profonda riflessione sul rapporto tra gli alunni e la scuola, percepita come palestra di vita ed occasione di crescita.

Durante la rappresentazione sono stati mostrati i compassi dei due studiosi rinascimentali, realizzati con la stampante 3D dall’alunno Viviano Cassese di IV A cat, guidato dal professore Aniello Petillo.

La conferenza è continuata con lo studio svolto su Carlo Theti dall’architetto Giuseppe Mollo, che ha mostrato un testo originale del ‘500, scritto dall’illustre ingegnere, di cui esistono solo tredici copie in tutta Europa, evidenziando anche l’ origine nolana del grande intellettuale, di cui però non si hanno documenti ufficiali.

La platea ha partecipato con grande entusiasmo e coinvolgimento, dimostrando il suo apprezzamento con ripetuti e lunghi applausi.

Adele Orsi , Francesca De Sena IV A rim

Foto