“EVVIVA LA NATURA, EVVIVA LA LEGALITÀ”

“EVVIVA LA NATURA, EVVIVA LA LEGALITÀ”

“In principio Dio creò il cielo e la terra. …e Dio disse “la terra produca germogli, erbe che producano seme e alberi da frutto, …ciascuno secondo la sua specie”.

Genesi 1.1

È stato don Aniello Manganiello, parroco di Scampia, sempre in prima linea nella lotta contro l’ecomafia, che, con la sua preghiera e benedizione, stamattina ha presieduto la Giornata nazionale degli alberi presso il Masullo-Theti di Nola, una manifestazione organizzata in collaborazione con il Lions Club Nola Ottaviano Augusto.

La Dirigente scolastica, prof.ssa Anna Maria Silvestro ha accolto tutti i presenti, e, dopo il momento della preghiera, ha passato la parola all’Assessore regionale Onorevole Flora Beneduce, la quale ha ribadito l’importanza di mettere a dimora un albero. Piantare un albero significa mettere radici, creare legami con la propria terra, una terra che, se pur martoriata e deturpata, ci accoglie come madre e ci fornisce il sostentamento per la sopravvivenza. La dottoressa Beneduce ha sottolineato che chi vive a maggiore contatto con la natura ha prospettive di vita migliori, per questo è necessario creare più spazi verdi nelle nostre città, piantando alberi e prendendosi cura dei luoghi pubblici.

Gli alunni delle classi I A L.s., II C afm, V D afm, accompagnati dalle docenti Anna Maria Coppola, Giusy Franzese e Titti Falco, hanno animato la manifestazione.  Grieco Fiorella e Settembre Gennaro di II C afm hanno letto alcune riflessioni sui cambiamenti climatici e sul dissesto idrogeologico, sottolineando che l’uomo dovrebbe condurre uno stile di vita in armonia con la natura, coltivando l’amore e il rispetto per l’ambiente, poiché una gestione sbagliata delle risorse naturali e l’inquinamento prodotto dai processi industriali alterano l’equilibrio dell’ecosistema, mettendo a rischio la sopravvivenza della specie. D’Avanzo Biagio e Muto Giuseppe di I A L.s. hanno denunciato i danni prodotti dalla camorra che controlla lo smaltimento dei rifiuti nella nostra terra, distruggendo un luogo bello e ospitale come la zona di Napoli e dintorni.

Tutti ci dobbiamo impegnare per costruire un mondo migliore, e gridare a gran voce “EVVIVA LA NATURA, EVVIVA LA LEGALITÀ” il motto che hanno gridato i ragazzi del Masullo-Theti durante la manifestazione.

Tufano Grazia e Mautone Gemma poi ci hanno letto “Il Cantico delle creature” aiutandoci a rendere grazie a Dio per i molteplici doni che ci ha offerto.

Tutta la manifestazione è stata allietata dalla performance musicale degli alunni De Masi Matteo e Angelillo Paolino che, dal vivo, hanno suonato e cantato “Mondo” di Cesare Cremonini.

 Iovino Andrea - Grieco Fiorella II C afm

Foto